RETAIL E TECNOLOGIA:
I PROTAGONISTI 2018

La tecnologia, in soli dieci anni, ha completamente rivoluzionato il mondo del retail e le abitudini dei consumatori. Scopriamo insieme quali saranno i maggiori trend 2018.

 

Il 2017 è stato uno degli anni più significativi per lo sviluppo tecnologico dei canali di vendita al consumatore finale, al punto che Guillaume Pousaz, Fondatore e CEO di Checkout.com, ritiene che i dodici mesi appena passati siano stati rivoluzionari soprattutto per quanto concerne i pagamenti on-line:

“Includo tutti i pagamenti effettuati tramite servizi come Apple o Android Pay e portafogli mobili. Abbiamo anche assistito all’acquisto tramite app di messaggistica, e questo in particolare diventerà più abituale nel corso del 2018, con lo sviluppo costante di chatbot per piattaforme aziendali e API vocali come Alexa Voice Service (AVS) di Amazon, in grado di interagire con gli utenti in modo non convenzionale”.

Il sito Essential Retail ha analizzato nello specifico le tecnologie utilizzate nel corso degli ultimi tempi in campo retail e ha evidenziato tre settori che senza dubbio registreranno i maggiori sviluppi nel 2018:

 

Assistente vocale virtuale e Intelligenza artificiale

Hugh Fletcher, Responsabile Globale della consulenza e dell’innovazione eCommerce Salmon, afferma che l’adozione da parte del mercato di massa di assistenti virtuali, in particolare Amazon Alexa e Google Home, rappresenta l’apertura a uno dei più grandi innovatori tecnologici al mondo.

“Questo a sua volta significa che il loro ruolo diventerà più centrale nelle nostre vite nel corso del tempo, man mano che la loro influenza crescerà. I clienti diventeranno così meno dipendenti dagli schermi per le loro interazioni digitali e online”.

Anche l’intelligenza artificiale è progredita costantemente negli ultimi anni in varie forme. Lee Gill, Vicepresidente di gruppo della strategia globale di vendita al dettaglio presso JDA, afferma che nei prossimi anni, questa tecnologia sarà utilizzata per fornire pianificazione, controllo, previsione e riconoscimento dei modelli e delle tendenze all’interno dei dati, e renderà anche i rivenditori più efficaci e efficienti.

 

L’avvento dei robot

La personalizzazione è il campo di battaglia per varie industrie, inclusa la vendita al dettaglio. Tuttavia, in molti casi, la troppa scelta ha diminuito l’esperienza del cliente, non l’ha migliorata. Scott Clarke, Chief Digital Officer di Cognizant ha dichiarato che tutti noi sentiamo questo di tanto in tanto. “Troppi marchi, colori, forme e materiali diversi tra cui scegliere possono essere davvero scoraggianti e allontanarci completamente dallo shopping”, afferma. “In futuro, i rivenditori produrranno articoli di abbigliamento su misura e in poche ore, anziché giorni o settimane. Il body imaging 3D in-store consentirà ai rivenditori di conservare solo le misure e le preferenze dei clienti, consentendo loro di creare vestiti su misura, istantaneamente. ”

 

Carrelli della spesa interattivi

Supermercati come Tesco consentono già oggi ai loro clienti di scansionare i propri acquisti e preparare i sacchetti mentre girano nei corridoi dello store, riducendo il tempo per il check out alla cassa. Ma Maarten Bais, VP e direttore generale EMEA di Elo, ritiene che a breve ci sarà ancora molto altro:

“Immagino che i carrelli della spesa interattivi saranno disponibili a breve. Un piccolo display interattivo con touchscreen suggerirà automaticamente gli acquisti da fare mentre si scansionano e si aggiungono oggetti al carrello”.

 

a cura della Redazione

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi