IL GREEN RETAIL SI AVVICINA

I Retailer hanno iniziato a correre sui binari della sostenibilità ma il lavoro da fare è ancora molto e interessa tutta la Filiera, dalla A alla Z.

 

Emanuele Plata, Presidente di PLEF-Planet Life Economy Foundation, interverrà al Convegno “Retail Innovations 13” organizzato da Kiki Lab il prossimo 13 marzo. In questa intervista esclusiva spiega come il Retail sta approcciando al green e come dovrebbe approcciare.

 

Quale è lo stato e quali sono le prospettive del green nel Retail in Italia?

L’attenzione crescente di istituzioni, politica, media e opinione pubblica si riflette in una forte progressione degli orientamenti e comportamenti dei Retailer. Le prospettive sono in mano ai Retailer che devono attivare posizionamenti strategici sostenibili, intervenendo su assortimenti, comunicazione, eliminazione delle promozioni e riorganizzazioni su format, logistica e processi di acquisto.

Industria e Retailer in che modo possono trasmettere al consumatore finale il valore aggiunto della sostenibilità?

Coerenza, trasparenza, qualità e interazione sono i principi che consentono scelte consapevoli e responsabili da parte dei cittadini. La coerenza si riferisce alla consistenza tra posizionamento del Retailer e i prodotti/produttori che offre. La trasparenza si riferisce alla completa leggibilità di ciò che si offre in termini di prodotto per caratteristiche intrinseche, effetti/usi, tracciabilità e provenienza, LCA, e produttore per autodichiarazione ambientale e sociale (aggiungere al prezzo in chiaro il margine di distributore e produttore). Qualità e interazione si riferiscono alle capacità di rilevare la soddisfazione all’atto della prova, uso o trasformazione (modalità Tripadvisor su acquisti di cosa e dove).

Al convegno di Kiki Lab su quali temi si concentrerà il suo intervento?

Le evidenze disponibili mostrano che il Distributore persegue la politica di sostenibilità più verso l’esterno rispetto ai Produttori, più competenti per la sostenibilità interna. Si conferma così una più alta aspettativa e fiducia del pubblico verso i Retailer che i Produttori, appesantiti da perplessità speculative. Per questo il Retailer che meglio riesce a collegare il proprio posizionamento alle Filiere di produzione qualificate ha grandi probabilità di emergere. Per le imprese della distribuzione adottare una rendicontazione non finanziaria, che verifichi l’efficacia di questi orientamenti rispetto alla costruzione di valore e alla ricerca di competitività, consentirà di superare le criticità interne di comune sensibilizzazione e competenza sui temi dello sviluppo sostenibile della propria impresa, dalla proprietà al management e a tutto il personale dell’organizzazione. L’impegno di PLEF è molteplice.

 

A cura della Redazione


Contenuti correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi