EVERLANE – U.S.A.

KIKI LAB – EBELTOFT ITALY

Kiki Lab è la società di consulenza, ricerca e formazione, partner adatto per le aziende che intendono crescere nel mercato Retail

Un progetto di abbigliamento nato online e ora multicanale, con un posizionamento coraggioso, che condivide in modo trasparente con i clienti aspetti in genere riservati dell’attività: dai margini dei prodotti alle condizioni di lavoro nelle fabbriche produttive. Everlane dimostra che la ‘trasparenza radicale’ può contribuire fortemente al successo.

Everlane

2 negozi (N.Y., San Francisco)
185-270 mq: range superfici
40 mln $ fatturato 2017

Everlane è un retailer americano di abbigliamento nato con un progetto chiaro: offrire stile con un approccio etico e valoriale. Partito con l’ecommerce, ha iniziato successivamente ad aprire anche negozi in location strategiche, come Soho a New York, per aumentare la visibilità e poter creare occasioni di relazione fisica con i clienti, oltre che per supportare le consegne degli ordini online. In negozio è possibile ad esempio prenotare un appuntamento con un Evelane ambassador, un personal shopper a disposizione dei clienti dalle 9 alle 11, a negozio chiuso (lo store apre alle 11), con incluso un tè o un caffè.

Trasparenza etica e di design

Info chiave

Online + store abbigliamento
2011: lancio ecommerce
2017: apertura a New York
51 Paesi raggiunti con l’online

Il layout del negozio è semplice e arioso e l’assortimento viene arricchito settimanalmente con nuovi arrivi. C’è una sala dedicata agli eventi, per presentare la filosofia aziendale, i produttori e le collezioni. Ma l’obiettivo di condividere i valori aziendali traspare in tutto il negozio, con cartelli, dépliant, foto e anche le etichette dei prodotti, con informazioni sulla produzione e sulla provenienza, fino alle informazioni sulla marginalità dei prodotti.

I clienti possono ad esempio scoprire che una t-shirt realizzata da Everlane e venduta a 15 $ ha un costo di produzione di 6,50 $ e che quindi il margine di profitto dell’azienda è inferiore a quello applicato generalmente dai brand tradizionali.

Sono inoltre presenti cuffie che consentono ai clienti di ascoltare la ‘voce’ dell’azienda: dai suoni della fabbrica di Los Angeles alle campagne di donazioni per cause sociali e ambientali. Anche sui canali digitali, dal sito internet ai social media, Everlane condivide con i clienti uno sguardo sulle fabbriche di produzione in tutto il mondo, dando voce ai lavoratori che producono i propri capi e condividendo la ripartizione dei prezzi di ciascun prodotto venduto. Un approccio globale che ha velocemente consolidato la fedeltà dei clienti ed è diventato un benchmark per numerosi altri brand.

A volte, in maniera generosa, l’azienda posiziona un banchetto all’ingresso del negozio, che offre bevande calde per attirare clienti e confortarli nel freddo inverno newyorkese.

Progetto data driven

Everlane raccoglie e utilizza in modo avanzato i dati relativi ai feedback dei clienti e alle vendite per prendere decisioni riguardanti la produzione e il magazzino. Vista la fedeltà elevata dei clienti, Everlane tende a stimare le vendite al ribasso, per evitare stock di invenduto.

Quando i prodotti vanno in rottura vengono create liste di attesa, come è avvenuto quando le nuove calzature, ispirate al balletto classico, sono state esaurite in tre giorni: 28.000 clienti hanno aggiunto i propri nomi alla lista d’attesa di clienti fiduciosi perché Everlane riesce a rifornirsi rapidamente grazie agli stretti rapporti instaurati con oltre due dozzine di fabbriche in tutto il mondo. Le liste di attesa vengono utilizzate anche per il lancio delle nuove collezioni e il CRM evoluto informa i clienti interessati ad anticipazioni su capi a cui avere accesso in esclusiva o per essere avvisati quando linee di prodotti popolari delle stagioni precedenti ritornano in negozio. Gli smart data sono usati anche nelle varie postazioni di cassa, in cui è possibile per gli addetti accedere allo storico degli acquisti dei clienti, per poterli approcciare e consigliare al meglio.

Fin dalla nascita, nel 2011, Everlane si è proposto come brand di abbigliamento con un canale diretto per i clienti, pronto a sfidare i colossi del fast fashion come Zara e H&M. La crescita aziendale sta dimostrando che la ‘trasparenza radicale’ funziona con una fascia di clienti sufficientemente ampia, che diventano molto fedeli. Sfida: mantenere una coerenza totale con le promesse e un’elevata capacità progettuale per quello stile contemporaneo amato dai propri clienti.

Aperte le candidature per Innova Retail Award 2019

Dopo il successo delle prime 2 edizioni, i premi di Kiki Lab si ampliano e diventano gli Innova Retail Award, che oltre all’open innovation includeranno anche progetti con una forte componente di innovazione a 360°, dalla digital transformation alle tante possibili innovazioni non digitali.

Saranno premiati i progetti nazionali e internazionali del Retail a 360° (commercio, servizi, ristorazione), valutati per l’innovazione e l’unicità, il reale valore dei benefici per i clienti, la user experience, la scalabilità e il business Model.

Le categorie per l’edizione 2019 sono:

  • Retailer nel settore Food
  • Retailer nel settore Non Food
  • Retailer nel settore dei Servizi
  • Retailer nella Ristorazione
  • Start-Up
  • Aziende IT

La Giuria, presieduta da Fabrizio Valente, Fondatore e Amministratore di Kiki Lab, è composta da Top manager di aziende Retail (Miroglio Group, Rossopomodoro, Unes, Pam), oltre che da importanti professionisti, docenti universitari, giornalisti ed esperti del Retail. Candida gratuitamente il tuo progetto entro il 23 giugno 2019. Per informazioni, regolamento e iscrizioni clicca qui

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi